Carovigno

Sciolto il Consiglio comunale di Carovigno, M5S attacca, l’ex sindaco si indigna: “Non sono mafioso”

giovedì 11 marzo 2021

Il Consiglio comunale di Carovigno è stato sciolto dal Consiglio dei Ministri, su proposta della Ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, a seguito degli accertamenti compiuti dalla commissione ispettiva del Viminale. "Questo atto riafferma la presenza dello Stato in una città in cui è stata accertata l’infiltrazione della criminalità organizzata”. Così in una nota la Sottosegretaria alla Giustizia Anna Macina. “I sospetti legati al condizionamento della vita politica cittadina da parte della criminalità, su cui già nel giugno scorso avevamo deciso di indagare presentando un’interrogazione alla Ministra, si sono rivelati fondati e hanno richiesto un’energica presa di posizione da parte dello Stato. Con la vicenda di Carovigno abbiamo dimostrato che lo Stato possiede gli anticorpi necessari ad individuare, contrastare ed espellere le propaggini della criminalità infiltrate in settori della politica che si rivelano accondiscendenti e quindi compromesse. La politica deve avere il coraggio di denunciare con tutti gli strumenti a disposizione” - conclude.

L'ex Sindaco di Carovigno, Massimo Lanzilotti, commenta il provvedimento di scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazione mafiosa firmato oggi dal Ministero dell'Interno: "Oggi è davvero una brutta giornata. Ho appreso del provvedimento di scioglimento del consiglio comunale di Carovigno per infiltrazione mafiosa e del conseguente commissariamento dell'Ente per i prossimi diciotto mesi. Attendevo con ansia gli esiti dell’attività di indagine ispettiva amministrativa (che non ha nulla a che vedere con il penale) e certamente non mi aspettavo questo epilogo, non per me, ma per una città intera. Adesso aspetto la pubblicazione della relazione che ha determinato lo scioglimento per capire quali siano state le ingerenze criminali nella mia attività amministrativa e decidere successivamente il da farsi, al fine di proteggere e tutelare l’onorabilità della città di Carovigno, mia e della mia Famiglia. IO NON SONO UN MAFIOSO e mi difenderò in tutti i modi a tutela non solo mia ma di una intera città, che proprio non merita anche questo. Mi spiace solo vedere alcuni gioire di un simile esito. Come suol dirsi: "Sul cadavere dei leoni festeggiano i cani".

Altri articoli di "Carovigno"
Carovigno
28/03/2021
La droga non si ferma mai: attraversa il mondo e ...
Carovigno
15/10/2020
CAROVIGNO - Il Comune ha deliberato interventi di ...
Carovigno
07/09/2020
A Carovigno i Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni, a conclusione di un ...
Carovigno
20/08/2020
A Carovigno, i Carabinieri della Stazione di Ostuni, coadiuvati dal Nucleo Cinofili CC di ...